4 indicatori per riconoscere il vero amore

4 indicatori del vero amoreQuando possiamo dire che una coppia ha una relazione sentimentale e non è solamente una storia di sesso? Quando due persone “stanno insieme” e non sono solo amici? Come si riconoscono dentro di sé i segnali dell’amore? Come sapere l’importanza della persona che ci sta vicino, quando si è incerti tra due persone e non si riesce a decidere?

Spiritosamente Donna Letizia, nella sua posta del cuore degli anni ’70 della rivista “Grazia”, rispondeva: “ Si è innamorati quando si riesce ad usare senza problemi lo spazzolino per i denti dell’altro”. Ma al di là di questo eufemismo esistono degli indicatori obiettivi e scientifici che fanno definire una relazione come relazione sentimentale.

 

 

Proviamo a rispondere a queste 4 domande:

  1. Con chi voglio trascorrere il mio tempo libero?
  2. A chi faccio riferimento quando ho un problema, non mi sento bene, sono turbato?
  3. Chi non sopporto che mi stia lontano o mi manca molto quando non c’è?
  4. Su chi sento che posso contare sempre e so che farebbe tutto il possibile per me?

La persona che abbiamo pensato come risposta a tutte e 4 queste domande è quella  a cui siamo più legati.

Gli studi sull’attaccamento, hanno mostrato che quando si è legati sentimentalmente, il rapporto è caratterizzato da 4 componenti  che appaiono in sequenza lungo il percorso che porta allo strutturarsi del rapporto di coppia, queste aree possono essere così sintetizzate:

4 indicatori per riconoscere il vero amore

  1. Effetto mantenimento del contatto: si cerca di mantenere la vicinanza con quella persona specifica più che con un’altra;
  2. Effetto rifugio sicuro: si cerca proprio quella persona quando ci sentiamo turbati perché ha il potere di rassicurarci e di farci sentire confortati.
  3. Effetto ansia da separazione: si entra in uno stato d’ansia, o comunque ci si sente tristi quando quella persona non c’è.
  4. Effetto base sicura: se quella persona viene percepita come vicina e disponibile ci si sente liberi di esplorare e conoscere il proprio ambiente sociale.

Queste componenti variano sia con l’età che rispetto alla fase in cui si trova la relazione.

Un desiderio di vicinanza e di contatto caratterizza le fasi iniziali del rapporto, così come il fornire un supporto reciproco diviene essenziale nelle fasi successive, l’ansia e l’angoscia da separazione sono gli indicatori per comprendere che il legame di attaccamento si è formato, mentre l’effetto base sicura diventa successivamente indispensabile per il mantenimento del rapporto e della vita insieme.

La vita di coppia è una conquista quotidiana. E’ come se dovessimo alzarci con l’idea che ci potremmo separare e addormentarci con la tranquillità nel cuore che la scelta del nostro partner  è la migliore che abbiamo fatto. Questo meccanismo ci consegna la possibilità di rinnovare costantemente il nostro legame d’amore. Fare qualcosa, anche piccolissima, per l’altro ogni giorno è ciò che ci consente di rimanere insieme nel tempo.  Mai darsi per scontato, questo rinsalderà il vostro rapporto anche nella dura lotta quotidiana quando la vita vi chiederà molta forza, volontà e coraggio.

 

Bibliografia: Grazia Attili, Attaccamento e amore, 2004 Il Mulino

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *